Otoplastica

Otoplastica

L’otoplastica è un intervento volto a correggere gli inestetismi delle orecchie sia a livello di forma che dimensione come per esempio le orecchie a sventola, deformate o troppo grandi.

L’intervento di otoplastica consiste in un rimodernamento della cartilagine auricolare.

Il candidato ideale è colui che vive un disagio psicologico che disturba l’equilibrio psico-sociale a causa della situazione. In generale il paziente candidato all’otoplastica presenta le seguenti problematiche: orecchie a sventola, asimmetriche, troppo grandi, padiglioni distrofici o lobi troppo grandi.

Come funziona l’otoplastica?

L’intervento consiste nell’asportazione di una piccola parte di cute dalla parte posteriore del padiglione auricolare e nel successivo rimodellamento e riposizione della cartilagine auricolare. Ciò può essere ottenuto indebolendo la cartilagine con strumenti particolari e fissando la cartilagine nella nuova posizione con alcuni punti.

L’intervento dura circa un’ora per orecchio e viene praticato in anestesia locale, che rende insensibile il padiglione auricolare con punture locali, oppure con sedazione, a seconda della necessità di tranquillizzare il paziente, per cui potranno essere somministrati farmaci per via endovenosa.

La cicatrice a seguito di questa tipologia di intervento sarà praticamente invisibile perché posizionata dietro l’orecchio.

Fascia per otoplastica

Al termine dell’operazione viene realizzata una medicazione modicamente compressiva tipo turbante, paragonabile ad una normale fascia per capelli, che il paziente dovrà portare per alcuni giorni, e successivamente verrà applicata un’ulteriore medicazione per circa una settimana. I punti si rimuovono dopo 10 giorni circa e al paziente viene consigliato l’uso di una benda elastica alla notte per altri 30 giorni.

Come lavare i capelli dopo l’operazione?

Essendo l’intervento poco invasivo, il ritorno a casa potrà avvenire già dopo qualche ora e la ripresa del lavoro dopo pochi giorni. Nel decorso postoperatorio, è comune un certo dolore per i primi giorni che viene controllato con terapia analgesica per bocca, e vengono generalmente prescritti anche antibiotici per bocca per almeno tre giorni. È consigliato lavare i capelli solamente dopo la rimozione della medicazione in modo da evitare possibili infezioni.