Mastopessi

Mastopessi

La mastopessi, conosciuta anche come lifting del seno, è un intervento chirurgico volto a sollevare e rassodare un seno ceduto o rilassato.

L’intervento di mastopessi può essere realizzato con o senza l’inserimento di protesi mammarie, in ogni caso il risultato sarà un seno rimodellato e dall’aspetto più giovanile.

L’intervento può essere rapido nei casi più semplici, oppure richiedere più tempo, fino a 2 o 3 ore, nei casi più complicati.

Quando fare la mastopessi?

Questo intervento è consigliato nel caso di un seno a un grado ptosi (rilassamento) moderato o severo. Comunque per ogni singolo caso è consigliato un colloquio preliminare che vada ad approfondire gli svantaggi e vantaggi che comporta questo tipo di intervento.

Come funziona la mastopessi?

Grazie ad una accurata visita prima dell’intervento si può valutare l’eccesso cutaneo e lo stadio del cedimento mammario. Inoltre è bene valutare se ci siano state pregresse gravidanze, eventuali dimagrimenti ed è necessario analizzare la situazione ormonale e ponderale del momento.

Le incisioni che vengono eseguite variano a seconda dell’entità dell’eccesso cutaneo e della ptosi ghiandolare presente. La ghiandola viene modellata e posizionata poi nella sede più opportuna.

L’intervento di mastopessi può essere effettuato in anestesia locale con sedazione o in anestesia generale a seconda dei casi e ha una durata di circa due ore.

Quale reggiseno indossare dopo la mastopessi?

La mastopessi può essere effettuata in regime di day-surgery e quindi in giornata. I primi punti vengono rimossi dopo una settimana e gli ultimi nella terza settimana.

Viene messa anche una medicazione che dopo 24 o 48 ore viene sostituita da un reggiseno elastico che dovrà essere indossato per un mese.

Dolore, rischi e complicanze della mastopessi

Il dolore postoperatorio è generalmente molto modesto e ben tollerato dai pazienti che si sottopongono a questo tipo di operazione.

In ogni caso la mastopessi è un intervento delicato e complesso che richiede l’esecuzione di uno specialista in chirurgia plastica.

Le complicanze come sanguinamento o infezioni sono rare ma possono comunque capitare nei casi in cui non si siano seguiti i consigli e le istruzioni date dal chirurgo nella fase pre e post operatoria. In particolare bisognerebbe ridurre l’uso di sigarette da parte delle fumatrici, che può aumentare il rischio di complicanze e ritardare il processo di guarigione.