Filler

Filler

Filler – Che cosa sono?

Molti difetti estetici come rughe, cicatrici da acne, buchi dovuti alla cellulite o labbra troppo sottili, possono essere eliminati alla vista attraverso l’utilizzo di un filler, ovvero da una sostanza che viene iniettata con aghi sottili nel derma o nel tessuto sottocutaneo della pelle, più o meno in profondità, e corregge, delinea, ridefinisce, aumenta volumi di zone “svuotate”.

I fillers (ne esistono di diversi tipi) sono tra gli strumenti più utilizzati per i trattamenti di medicina e chirurgia estetica.

Dove si utilizzano?           

Le iniezioni di filler possono quindi essere eseguite per:

-correggere rughe, cicatrici, solchi di viso e collo;

-ridurre zampe di gallina e pieghe cutanee;

– aumentare i volumi di zone svuotate come le labbra;

-aumentare volumi degli zigomi;

-aumentare e correggere volumi del seno;

-correggere i contorni volumetrici del viso;

-correggere cicatrici depresse.

Tipi di Filler  

Per la loro composizione e caratteristiche, i filler vengono classificati in due categorie: completamente assorbibili o parzialmente assorbibili, quando il loro effetto cosmetico-clinico cessa dopo qualche tempo, o non riassorbibili, quando invece rimangono, ove iniettati, per tutta la vita.

Salus Medica preferisce utilizzare prevalentemente fillers assorbibili, più sicuri perché fortemente bio-compatibili con la pelle umana.

Finalizzate al ringiovanimento, le iniezioni di filler rappresentano quindi efficaci supporti all’utilizzo della chirurgia plastica. I filler assorbibili o parzialmente assorbibili più diffusi sono 4:

-Acido Glicolico;

– Acido Ialuronico, attualmente il filler più usato al mondo;

-Acido Polilattico;

-Collagene.

Quanto dura l’effetto di un filler?

Gli effetti ottenuti con questo tipo di materiali hanno una durata non permanente, mediamente intorno ai 3-4 mesi, al termine dei quali si rende necessario ripetere la seduta. È necessario comunque considerare in questo tipo di analisi le caratteristiche soggettive della pelle del paziente.

Curiosità e storia

L’ingresso dei filler nella medicina estetica risale a circa 50 anni fa, quando le sostanze iniettate sotto pelle erano costituite da olio di silicone. Nel 1976 per la prima volta si sperimentò l’uso del collagene iniettabile. A partire dal 1980 l’uso del silicone per correggere i segni dell’invecchiamento cutaneo è stato vietato, ma l’esplosione sul mercato dei trattamenti anti-età ha portato a sperimentare nuove molecole, fino ad arrivare a questi ultimi anni, dove i filler hanno conosciuto uno sviluppo notevolissimo.

Quanto costa un Filler?

Il costo di un trattamento con filler dipende dal tipo che verrà scelto per il caso specifico, quantità usata, densità e dalla zona da trattare.

Compilando la scheda informativa qui sotto potrà subito richiedere una consulenza gratuita al Dott.Gianlorenzo Orazi, che la contatterà per approfondire i contenuti del problema da affrontare.