Laser frazionato

Laser frazionato

La ricerca tecnologica ha fornito negli ultimi anni alcuni strumenti per esaudire le crescenti richieste da parte dei pazienti.

Il laser Co2 frazionato può essere considerato un buon esempio: evoluzione del laser CO2 frazionale, è la migliore tecnologia per il ringiovanimento di viso, collo, decolleté e mani. La sua azione nella cute è quella di rinnovamento e stimolazione cellulare.

Cos’è il laser frazionato?

Il laser frazionato è una nuova tecnologica che riesce a trattare, grazie a un microscopico fascio di luce, una sola porzione di cute, lasciando la maggior parte dell’epidermide inalterata: da queste isole di pelle sana si genera così un processo che porta a una guarigione molto rapida, tipicamente della durata di 4 o 5 giorni, riducendo al minimo i traumi per il paziente.

I vantaggi di questo trattamento rispetto a quelli effettuati con altri laser (come il CO2 e l’Erbium) è quindi quello di consentire l’esecuzione di trattamenti molto più sicuri, con rischi minori.

Laser Frazionato: per quali inestetismi è indicato? 

Il laser frazionato è particolarmente indicato per il trattamento di questi inestetismi:

– ringiovanimento del viso e eliminazione di rughe sottili;

– riduzione delle cicatrici acneiche e chirurgiche;

– trattamento di macchie scure del volto, mani e decolleté;

– riduzione di melasmi;

– miglioramento dell’aspetto delle smagliature.

Come funziona?

Il trattamento può creare una sensazione di calore leggermente fastidiosa in alcune aree estese: il Dottor Orazi consiglia quindi l’utilizzo di una crema anestetica prima di effettuare la seduta.

Nei giorni seguenti al trattamento la pelle tenderà ad un lieve rossore, che porterà a una desquamazione e a un’effettiva guarigione dopo qualche giorno. Per raggiungere il miglior risultato e per evitare effetti non voluti è molto importante seguire le norme post-trattamento: applicare schermi solari e creme idratanti/lenitive.

Il numero delle sedute può variare a seconda del problema da affrontare. Normalmente sono sufficienti 3/4 sedute per ottenere dei risultati soddisfacenti e stabili nel tempo. Tra una seduta e l’altra devono trascorrere dalle 3 alle 4 settimane a seconda del tipo di pelle, della problematica da affrontare e dell’età del paziente.

Il laser frazionato può essere usato in associazione con altre tecnologie, con uso di filler, botulino, biostimolazione e peeling chimici. Inoltre è ideale dopo il lifting chirurgico del viso, per mantenere il risultato duraturo nel tempo.

Controindicazioni

Il trattamento con laser frazionato può portare ad alcune controindicazioni. Per questo il  Dottor Orazi sconsiglia il suo utilizzo in pazienti:

– affetti da herpes, stato di gravidanza o allattamento

– pazienti con dermatiti o malattie autoimmuni

pelle-macchiata-laser-frazionale