Mastoplastica additiva: le protesi e i tipi di intervento

Mastoplastica additiva: le protesi e i tipi di intervento

DA DOTT. GIANLORENZO ORAZI

La mastoplastica additiva, ovvero l’aumento del seno con protesi, è uno degli interventi di chirurgia estetica più richiesti dalle donne. La mastoplastica additiva non si limita all’ingrandimento del seno, ma lo modella, lo rende proporzionato, lo rassoda e ringiovanisce. Viene richiesto dalle pazienti più giovani per aumentare un seno poco sviluppato. Le pazienti di età più avanzata hanno normalmente l’obiettivo di ripristinare volume e forma.

 

Come sono fatte le protesi in silicone

Le protesi sono formate essenzialmente da un rivestimento o involucro, costituito da uno o più sottili e resistenti strati di silicone e un contenuto in gel di silicone più o meno denso.
 

Mastoplastica sopramuscolo o sottomuscolo

Per la maggior parte dei casi l’intervento avviene con protesi sottomuscolo, in specialmodo quando siamo in presenza di una persona molto giovane o con poco seno o con una pelle mammaria sottile o con un grasso molto povero.
Per l’intervento di mastoplastica sopramuscolo si userà una protesi con gel più duro, per nascondere le eventuali pieghe che la protesi stessa potrebbe creare, e protesi con gel al silicone più morbido, per le protesi da utilizzare sottomuscolo.
 

Tipi di protesi

Esistono protesi anatomiche e sferiche. Io personalmente ho smesso di utilizzare quelle anatomiche per i seguenti motivi: il seno ha un effetto migliore quando è rotondo, infatti con l’invecchiamento il seno tende a svuotarsi in alto e a riempirsi nella parte bassa (proprio come una protesi anatomica); inoltre quando andiamo ad inserire una protesi sferica, specialmente sottomuscolo, il muscolo stesso schiaccia per i ¾ superiori la protesi creando una naturale anatomia; infine se la protesi dovesse ruotare, se sferica, come è ben intuibile, il seno non subirà cambiamenti di forma, mentre se ruota una protesi anatomica bisogna intervenire nuovamente per riposizionarla in sede.
 

I tagli

I tagli per questo tipo di intervento possono essere effettuati o intorno all’areola (qualche cm sottostante la circonferenza), oppure a livello del solco inframammario.
A mio parere, quest’ultima è la soluzione migliore, in quanto rappresenta la  via d’accesso più vicina per raggiungere la sede dove andrà posizionata la protesi.
 

Mastoplastica con protesi e Mastoplastica con Raund Bloc

L’intervento di mastoplastica si può eseguire o solamente con l’inserimento di protesi, quando il seno non è sceso e quindi l’areola è posizionata al di sopra del solco inframammario, oppure, nel caso di un seno cadente in cui l’areola è bassa, sotto il solco inframammario: l’inserimento delle protesi e completato da un riposizionamento dell’areola (circa 17 cm dalla clavicola), ed in questo caso parliamo di mastoplastica con Raund Bloc.
 
VEDI TUTTE
NEWS

SIAMO SPIACENTI MA AL MOMENTO NON SONO PRESENTI NEWS

TESTIMONIANZE
Roberta1265 - 11-09-2018
LEGGI TUTTE
* Le immagini e i testi sono testimonianze di interventi effettuati dal Dott. Gianlorenzo Orazi relativamente a interventi di Medicina e Chirurgia estetica. Ci teniamo a precisare che ogni individuo possiede caratteristiche fisiche individuali diverse e il risultato è differente da persona a persona, il ritorno alla quotidianità è previsto entro alcuni giorni.
SCOPRI LA CLINICA PIÙ VICINA A TE
NOVITÀ! DA SETTEMBRE NUOVE APERTURE IN VENETO, LOMBARDIA E EMILIA ROMAGNA
PRENOTA ORA LA TUA
PRIMA VISITA GRATUITA
CON IL DOTTOR ORAZI
Campi obbligatori *
Via degli Abeti, 5/A
61122 Pesaro (Pu)
info@salusmedica.com
Privacy Policy - P.Iva 02246030411
SEGRETERIA AMBULATORI +39 0721 400955

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
ORARI
LUNEDÌ
9:00 - 19:00
MARTEDÌ
9:00 - 19:00
MERCOLEDÌ
9:00 - 19:00
GIOVEDÌ
9:00 - 19:00
VENERDÌ
9:00 - 19:00
SABATO
9:00 - 19:00
DOMENICA
Chiuso
Credits TITANKA! Spa © 2017